the polo game

il gioco del polo

Regole

rules

Il polo è un gioco molto veloce, che richiede un’ottima preparazione atletica. Per giocare a polo, sono indispensabili dai quattro agli otto cavalli per giocatore, quattro atleti per squadra, due arbitri a cavallo (dalle decisione inappellabili) e due banderilleros (sbandieratori che convalidano i gol) dietro le porte.

Il campo di gioco del polo è un rettangolo erboso lungo da 180 a 275 metri e largo da 150 a 180 metri.

Al centro dei due lati corti si trovano le porte che misurano 7,32 metri l’una. La partita di polo si divide in quattro tempi, denominati chukker, ognuno di sette minuti e mezzo.

La palla può essere colpita con la stecca sia da destra che da sinistra del proprio cavallo ed in tutte le direzioni.

La finalità è quella di passare la palla al proprio compagno di squadra, ed indirizzarla verso la porta, non protetta da un portiere, per realizzare il gol.

All’inizio della partita e dopo ogni gol la palla viene messa in gioco nel centro campo dove, i giocatori delle due squadre, si schierano su due linee parallele aspettando che l’arbitro lanci la palla tra i piedi dei cavalli.

Nel gioco del polo vince la squadra che, a colpi di mazza, realizza il maggior numero di goal. Una particolarità è che ogni giocatore ha un handicap variabile da -2 a 10 goal a seconda della sua bravura.

La somma degli handicap di tutti i giocatori costituisce l’handicap della squadra.

In alcuni partite le due squadre possono avere due punteggi differenti (totale dei hp), alla squadra con minor handicap quindi più debole verranno assegnati dei gol di vantaggio stabiliti secondo una tabella internazionale.

Tutte le regole del gioco del polo, numerose, sono finalizzate ad evitare incidenti ai giocatori ed ai cavalli, quindi devono essere scrupolosamente rispettate.

La più importante è il “taglio di linea”, dove per “linea” s’intende la traiettoria della palla: nessun giocatore, neppure un compagno di squadra, può “tagliare la strada” al giocatore in possesso della palla.

Per sottrarre la palla all’avversario il giocatore può “marcarlo” ossia affiancarlo, dal lato opposto in cui sta colpendo la palla, spingendolo fuori linea.

Ovviamente è severamente vietato colpire l’avversario, o il suo cavallo, con la stecca o il frustino.

Molto importante è anche la necessità di osservare la regola che impone di sostituire il cavallo ad ogni chukker, al fine di evitare l’affaticamento dell’animale.

Quando un fallo è stato commesso, gli arbitri hanno l’inappellabile diritto di scelta, in comune accordo, sull’assegnazione della penalità da infliggere alla squadra che ha commesso il fallo.

In caso di difficoltà di accordo tra i due arbitri, sarà il banderilleros ad avere il diritto di scelta.

Le regole più importanti nel polo sono sicuramente quelle relative alla salvaguardia della sicurezza degli uomini e dei loro cavalli, infatti, nessun giocatore può oltrepassare la linea di un altro in possesso di palla e, l’ultimo uomo a colpire la palla, ha il “diritto di passaggio”.

È goal, ogni volta che la palla supera la linea tra i pali, a prescindere dal fatto che un cavallo o un martello vi possano passare attraverso, a loro volta.

Al fine, inoltre, di equiparare le condizioni del vento e del tappeto erboso, le squadre avranno l’obbligo di cambiare i lati, dopo ogni gol segnato.

Polo is a very fast-paced game which requires fitness and athleticism. Each player in a polo match requires four to eight horses, known as mounts or polo ponies. There are four players per team, two Umpires on horseback (whose decisions cannot be challenged) and two Goal Judges (flag-bearing officials who validate goals) behind the goalposts. The polo field is a grassy rectangle measuring 180 to 275 meters in length and 150 to 180 meters in width. A goal post measuring 7.32 meters is located in in the middle of each one of the short sides. A polo match is divided into four periods known as chukkers, each of which lasts seven and a half minutes.

The ball can be hit with the mallet on either side of the mount, and in any direction. The objective is to pass the ball to a teammate in the direction of the goal (not guarded by a goalkeeper) and score between the goalposts. At the start of the match and after every goal the ball is put into play in the middle of the field, where players on both teams allign parallel to one another. They remain in this position until the Umpire bowls the ball in.

The team with the most goals wins the game. In the game of polo, each player has a handicap between -2 and 10, based on skill level. The sum of each team member’s individual handicaps constitutes the team’s handicap. In matches where the two teams have different handicaps, the team with the lower ranking will be granted a certain number of handicap goals, determined according to an international table.

All rules in the sport of polo are targeted toward avoiding injuries to players and their mounts and therefore must be strictly adhered to. The most important is “Line of the Ball”, where the line of the ball is the line that the ball traced forward or backward at any moment. No player, not even a team mate, can cross this imaginary line; if they do so, it is considered a personal foul. As players approach the ball they can ride on either side of the "Line of the Ball" giving each access to the ball while decreasing the risk of injury to players and ponies.

To steal the ball from an opponent, a player can use a “bump” or a “ride-off” on the opposite side from which the ball is being hit to push him or her off the line of the ball. Hitting other players or their mounts with the mallet or whip is severely prohibited. Adherence to the rule which requires players to change mounts at the end of every chukker is also very important to avoid overfatiguing the horses.

When a foul is committed, Umpires have the right to assess a penalty against the offending team. Their decisions cannot be challenged. In the event that the two Umpires cannot come to an agreement about the penalty, the third man, or Referee, will make the final decision. The most important rules in the sport of polo are undoubtedly those related to ensuring the safety of the players and their mounts. No player may cross the line of another player who is in posession of the ball, and the last player to hit the ball has the right of way.

A goal is scored every time the ball crosses the goal line, regardless of whether a pony or a mallet hit it. In order to ensure equal conditions of wind, light and grass, the teams change ends of the field every time a goal is scored.